Carbonara sbagliata ai ceci

I miei due figli (8 e 5 anni) sono amanti della carbonara e me l’hanno chiesta per pranzo, ma io avevo programmato pasta e ceci. Allora ho avuto un’idea: la carbonara ai ceci! Avrebbero voluto il bis ma non è avanzato nulla.

E’ davvero facile.

Ingredienti per 4 persone:

  • un barattolo di ceci già cotti
  • 350 gr di mezze maniche rigate
  • pancetta a cubetti q.b.
  • cipolla q.b.
  • olio evo e sale q.b.
  • curcuma q.b.
  • parmigiano grattugiato a piacere

Procedimento:

In una casseruola ho fatto dorare la cipolla a fettine sottili in un pò di olio evo, ho aggiunto i ceci e mezzo bicchiere di acqua e una puntina di cucchiaino di curcuma (in alternativa ci starebbe bene anche lo zafferano che ho sperimentato con i ceci in altre ricette).

Ho lasciato cuocere con il coperchio 10 minuti aggiustando di sale. Poi ho frullato tutto ottenendo una crema.

Nel frattempo ho fatto dorare la pancetta in un pò di olio evo e poi l’ho aggiunta alla crema.

Il sugo così ottenuto l’ho usato come condimento per la pasta, servendola con un pò di parmigiano grattugiato.

Buon appetito!

IMG_4730

Torta yogurt e cioccolato

Dopo le feste di Pasqua mi sono ritrovata, come ogni anno, con qualche chilo di cioccolato di varia natura (bianco, kinder, fondente, gianduia, latte) da smaltire.

Allora ho riadattato la torta allo yogurt aggiungendo il cioccolato.

1DD6E04D-49DE-4948-BF6B-D7BB0159E9F1.jpeg

 

Ecco la ricetta:

Ingredienti:

Farina 00: 250 gr

Yogurt bianco: 2 vasetti da 125 gr

Zucchero: 130 gr

Uova: 3

Olio di semi: 100 gr

Bustina di vanillina: 1

Cioccolato: 400 gr

Lievito per dolci: 1 bustina da 16 gr

 

Preparazione:

Innanzitutto ho fuso il cioccolato misto (al latte, fondente, gianduia …) a bagnomaria e l’ho fatto raffreddare bene.

Poi in una ciotola con l’aiuto di una frusta elettrica ho mescolato le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso.

Poi ho aggiunto lo yogurt, la farina e l’olio.

Infine ho aggiunto il lievito, la vanillina e il cioccolato fuso.

Ho foderato di carta da forno una tortiera da 26 cm e ho infornato in forno ventilato preriscaldato a 170 gr per 50 minuti

 

Buon appetito!

Torta camilla

Oggi ho sperimentato la torta Camilla.80D95C4F-BCDB-48A9-BE28-60640AF8E670
Ai bambini piace tanto avere per colazione una torta morbida e profumata da affettare. La mangiano volentieri anche a merenda.

Ingredienti per uno stampo da 26 cm:
3 uova intere
100 gr farina 00
100 gr farina integrale
300 gr di carote pulite
100 gr di mandorle
200 gr di zucchero
150 gr olio di semi
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di Vanillina
1 fialetta di aroma all’arancia o una buccia di arancia grattugiata

Preparazione:
Composto1: Mescolare le uova con lo zucchero aiutandosi con una frusta elettrica. Aggiungere pian piano le farine ed amalgamare bene.
Composto2: Nel mixer tritare le carote con l’olio e le mandorle fino ad ottenere una crema omogenea.
Mescolare insieme i due composti e aggiungere la vanillina, il lievito e l’aroma di arancia.
Versare l’impasto in uno stampo rivestito di carta da forno.
Cuocere in forno preriscaldato a 180 gradi ventilato per 45 minuti.

Guarnire con zucchero a velo.
Buon appetito !!!

 

Polipetti affogati, alla Montalbano

«Si mangia?» spiò incerto il commissario.

Filippo non si cataminò, non staccò gli occhi dal televisore, mormoriò solamente:
«S’assittasse dove vuole.»
Montalbano si levò il giubbotto, scelse il tavolo più vicino alla stufetta a legna. Dopo cinco minuti, visto che l’omo se ne restava infatato dalla pellicola, il commissario si susì, andò alla credenza, si pigliò un cestino di pane e una bottiglia di vino e se ne tornò al suo posto. Finalmente, passati ancora una decina di minuti, apparse la scritta “Fine del primo tempo” e Filippo, da statua che era, tornò a essere vivente. S’avvicinò al tavolo e spiò:

«Che voli mangiari?»
«M’hanno detto che lei sa fare benissimo i polipi alla napoletana.»
«Giusto dissero.»
«Li vorrei assaggiare.»
«Assaggiare o mangiare?»
«Mangiare. Ci mette i passuluna di Gaeta?»
Le olive nere di Gaeta sono fondamentali per i polipi alla napoletana.
Filippo lo taliò sdignato dalla domanda.
«Certo. E ci metto macari la chiapparina.»
Ahi! Quella rappresentava una novità che poteva rivelarsi deleteria: non aveva mai sentito parlare di càpperi nei polipi alla napoletana.
«Chiapparina di Pantelleria» precisò Filippo.

(Andrea Camilleri)

Citare Camilleri mi sembra un doveroso modo per introdurre la ricetta che segue, che nasce come mia libera interpretazione del piatto che ha ordinato Montalbano.

Dopo aver cotto i polipetti, con una parte ho condito gli spaghetti (in foto) ed una parte li ho serviti su pochi crostini di pane.

Entrambe le versioni sono gustose!

image1 (8)

Ingredienti per 2 persone:

  • 1 kg di polipetti puliti
  • 500 ml di polpa di pomodoro
  • uno spicchio di aglio
  • un cucchiaio di olive nere di Gaeta
  • 3 o 4 capperi
  • peperoncino  a piacere
  • sale e olio EVO qb
  • Facoltativo: 150 gr di spaghetti o crostini di pane (a seconda dei gusti)

PREPARAZIONE

Ho comprato i polipetti già puliti, altrimenti vanno puliti svuotandone la tasca, gli occhi e il becco.

In una casseruola ho messo l’olio, l’aglio e l’ho lasciato rosolare. Ho tolto l’aglio ed ho aggiunto il pomodoro, ho aggiustato di sale ed aggiunto i polipetti, le olive ed i capperi.

Ho lasciato cuocere con coperchio ed a fuoco lento per 30 minuti, verificando che la salsa non si asciugasse troppo, in tal caso avrei aggiunto mezzo bicchiere di acqua.

A questo punto questo profumatissimo sugo può essere usato come condimento della pasta (es spaghetti) o come piatto unico aggiungendo qualche crostino di pane.

Buon appetito!

Il migliaccio napoletano di carnevale

Siamo a carnevale! Ecco una ricetta della tradizione napoletana che ho visto fare a mia nonna e poi a mia mamma. E’ un dolce semplice a base di semolino e ricotta che piace a tutti per la sua consistenza morbida e profumata.

2018-02-04-PHOTO-00024100

Ingredienti (per 12 persone o per 2 ruoti di alluminio di 24 cm)

Impasto 1

  • 250 gr di semolino
  • 500 ml di latte
  • 400 ml di acqua
  • 1 pizzico di sale
  • 30 gr di burro
  • scorza di un limone a fette sottili per evitare la parte bianca

Impasto 2

  • 600 gr di ricotta
  • 350 gr di zucchero
  • 5 uova
  • 2 bustine di vanillina
  • 1 fialetta di aroma millefiori
  • 300 ml di latte

Procedimento:

Impasto1

Portare all’ebollizione i 500 ml di latte e l’acqua in una pentola dal fondo alto, insieme alla buccia di limone e al burro; appena il liquido comincia a bollire, togliete la pentola dal fuoco, togliere la buccia di limone, aggiungere il semolino a pioggia e mescolare con un cucchiaio per evitare che si formino i grumi. Rimettere la pentola sul fuoco e continuate a mescolare fino a che il semolino assorbirà tutto il liquido (occorrerà poco tempo).  A questo punto spegnere di nuovo il fuoco e lasciare raffreddare l’impasto.

Impasto 2

In una ciotola ben capiente lavorare con una frusta elettrica le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere la ricotta, la vanillina e la fialetta millefiori.

A questo punto, se l’impasto 1 si è raffreddato, unire i due impasti e mescolare bene, anche con l’aiuto di un frullatore ad immersione, aggiungendo i restanti 300 ml di latte in modo che l’impasto finale risulti cremoso.

Versare la crema ottenuta in un paio di teglie di alluminio da 24cm di diametro imburrate. Infornare in forno preriscaldato a 160° per 60 minuti, alzando la temperatura del forno a 180° gli ultimi 5 minuti per creare una bella doratura superiore. Agguingere sulla superficie ancora calda un pò di zucchero semolato per creare uno strato superiore un pò caramellato (se può piacere).

Lasciare raffreddare e guarnire con zucchero a velo.

Buon appetito!

Consiglio: si può servire anche tiepido al piatto con una pallina di gelato alla crema 🙂 L’ha sperimentato mia sorella scaldando una fetta di migliaccio in forno a microonde 🙂

Variante: è possibile rivestire il fondo del ruoto con pasta frolla (come una pastiera) e guarnire con le strisce. In questo caso l’impasto deve avere una consistenza un po’ più morbida, basta aggiungere un goccio di latte in più!

8140612B-D09B-4F01-B452-3957E79F8487

 

 

 

 

 

Rotolo con patate e salmone

Per accontentare grandi e piccini vi propongo un rotolo facile e gustoso da preparare anche per il cenone di capodanno, ad esempio come antipasto.

6F6B9098-4079-4D3D-AF00-9C07E7C6A8AB

Ingredienti per 6-8 persone:

1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare

4 patate di media grandezza

100 gr di salmone affumicato

150 gr di mozzarella

olio evo qb

sale qb

pepe rosa qb

Procedimento:

Lessare le patate in acqua salata, parlarle e schiacciarle con una forchetta e condirle con olio, in modo che nella cottura l’impasto resti morbido e non si secchi troppo. Aggiustare di sale e lasciarle intiepidire.

Srotolare la pasta sfoglia, fare sopra  un primo strato con le patate e spolverare con un po’ di pepe (non aggiungere altro sale perché il salmone è già salato). Aggiungere mozzarella e salmone a pezzetti.

Arrotolare la pasta sfoglia, chiudere le estremità ed infornare per 30 minuti a 180 gradi. Lasciare intiepidire prima di servire.

Buon appetito!!!

Mini-plumcake zucca e noci

Volevo sperimentare un nuovo “pane” da accompagnare alla cena della vigilia di Natale o da decorare come segnaposto e ho pensato di utilizzare la zucca cotta ieri sera.

L’esperimento è riuscito bene!

4923A74C-DEFA-4A53-B557-F379852F19AF

Ingredienti (per 18/20 pirottini):

700 gr di zucca già lessata e scolata

2 uova

250 gr farina integrale

150 gr latte di soia

100 gr olio EVO

1 bustina di lievito per torte salate

parmigiano grattugiato a piacere

semi di lino, noci, semi di chia a piacere

sale q.b.

pirottini colorati o un unico stampo per plum-cake.

Procedimento:

Mescolare le uova con il latte e l’olio. Poi aggiungere il formaggio, la farina ed infine il lievito.

Frullare la zucca e aggiustarla di sale.

Aggiungere la zucca all’impasto insieme alle noci e ai semi.

Mettere l’impasto nei pirottini e infornare a 180 gradi per 40 minuti.

buon appetito e buone feste!!!